Attualità     Politica     Cultura    Reportage     Opinioni    Chi siamo    Contatti    Credits     

Direttore Antonio Esposito

Una carovana di chicche e novitą a "Cittą Spettacolo Teatro" - Da Marisa Laurito a Lunetta Savino, tra musica e poesia
 

gio 19-10-2023 20:57 n.376, a.e.

Una carovana di chicche e novitą a "Cittą Spettacolo Teatro"

Da Marisa Laurito a Lunetta Savino, tra musica e poesia


“Ci sono delle vere chicche, a cominciare da Flavio Insinna, che non fa tournee e dopo di noi andrà solo al Teatro Argentina a Roma, poi una coppia di assoluta novità, Marisa Laurito ed Enzo Gragnaniello, c’è Enzo Decaro con una commedia di Peppino De Filippo, c’è anche la poesia con Vivian Lamarque, fresca vincitrice del relativo Premio Strega. Nella rassegna che si svolgerà al Teatro Comunale di Benevento da novembre al prossimo maggio c’è di tutto, dal teatro leggero a quello impegnato. Non resta che abbonarvi”.

Con queste parole, Renato Giordano, direttore di "Città Spettacolo", ha presentato la stagione teatrale invernale, che poggia su un cartellone vario e interessante. Si comincerà il 17 novembre con “Vasame - L’amore è rivoluzionario” , che vedrà insieme Marisa Laurito e Enzo Gragnaniello, con la regia di Massimo Venturiello. L’appuntamento con la poesia è previsto il 17 dicembre. Nello stesso mese si esibiranno Peppe Barra in “Cantata dei pastori” (19) e Flavio Insinna in “Gente di facili costumi”(30), diretto da Luca Manfredi.

“Il programma di quest’anno -ha sottolineato l’assessore Antonella Tartaglia Polcini- si apre ai giovani, come avevamo promesso. Il Teatro Comunale deve essere sempre di più la “Casa della Città”, luogo di relazioni e confronto. Qui trovano spazio altre forme creative come la poesia, la musica e la danza”. A gennaio andranno in scena “Terra” di Tommaso Capodanno e “Il Malloppo” con Marina Massironi, mentre a febbraio avremo due appuntamenti con la grande prosa e con illustri attori.

Si tratta di Mariano Rigillo e Giorgio Colangeli, protagonisti de “I due Papi”, e di Franco Branciaroli e Umberto Orsini, interpreti de “I ragazzi irresistibili” di Neil Simon, con la regia di Massimo Popolizio. Il cartellone continuerà a marzo con “Poesia è La Vita” di Renato Giordano e “La madre” con Lunetta Savino. Ad aprile sarà la volta di Enzo Decaro in “Non è vero ma ci credo” di Peppino De Filippo, mentre l’ultimo spettacolo è affidato ai sanniti Red Roger, che il 12 maggio porteranno in scena “Rukeli, Pugile”.

Nel corso della presentazione, il sindaco Mastella ha annunciato che intende candidare Benevento a “Capitale del Libro” e che per tenere aperto l’Hortus Conclusus” servono alcuni correttivi, richiesti dallo stesso artista Paladino, sia per l’illuminazione,  che per il grande scudo. Ma bisogna provvedere soprattutto alla manutenzione. Il direttore Giordano si aspetta almeno duecento abbonamenti, visto che l’anno scorso sono stati appena settanta. Per i ragazzi c’è la tessera “Amico del Teatro” e pagheranno solo 5 euro.




Categ Cultura, letto 573 volte
 

 
  Apri WhatsApp   Apri Tweeter