Attualità     Politica     Cultura    Reportage     Opinioni    Chi siamo    Contatti    Credits     

Direttore Antonio Esposito

Con Gianfelice Imparato sul treno della felicitÓ al Pacifico - "C'Ŕ sempre tempo per rifarsi una vita, amare e sognare"
 

sab 25-11-2023 21:57 n.388, a.e.

Con Gianfelice Imparato sul treno della felicitÓ al Pacifico

"C'Ŕ sempre tempo per rifarsi una vita, amare e sognare"


Due vite, due fallimenti matrimoniali alle spalle e l’occasione per una ripartenza. Capita una notte d’estate. Alessandro e Luisa la colgono a volo. Ma quando lui vuole andare via, la donna nasconde le chiavi della sua casa, dove è andato in porto l’incontro d’amore. L’imprevisto fa arrabbiare Alessandro, che ha urgenza di andare a prendere i genitori, che tornano da Parigi. Lei scopre subito che è una bugia e che lui è sposato. I due protagonisti, interpretati brillantemente da Gianfelice Imparato e Alessandra D’Ambrosio, si muovono come su un ring, dando vita ad un dialogo incalzante e puntiglioso.

Su questo binario esilarante si sviluppa la trama della commedia “La felicità”, portata in scena al Mulino Pacifico per la  rassegna “Obiettivo T” da “I due della città del sole” con grande successo di pubblico. Le scintille tra i due scoccano già nel primo round. Luisa chiede ad Alessandro: “Dopo questa bella notte, ci rivediamo?” Lui risponde: “Ma lo vuoi capire che non esiste solo il sesso?”. La verità è che Alessandro è tutto preso dal suo lavoro, ha il ristorante “Il Covo degli amici” e non coltiva hobby, né passioni.

La donna è una scrittrice per bambini,  insegue sogni di successo. I due si raccontano. Alessandro ha divorziato perché un giorno ha trovato la moglie col suo capocuoco,  lei ha una storia con un suo cameriere. “Tu devi restare con me -gli  propone Luisa- perché non voglio vederti felice altrove”. Ma quando lui, dopo la rottura con la consorte, si presenta da lei all’una di notte per rimanere nella sua casa, viene accolto con grande meraviglia e fastidio, perché va a scombussolare una vita tranquilla.

Uno dei momenti più divertenti va in scena quando i due si devono accordare su quanti giorni a settimana possono restare insieme. La discussione viene interrotta dalle telefonate di chi vuole prenotare un tavolo al “Covo degli Amici”. Ma ad un certo punto Luisa  rischia di perdere il lavoro. La prospettiva non piace ad Alessandro, che convince con uno stratagemma l’editore a riassumerla. Possono coronare il loro sogno d’amore e sposarsi, ma c’è un piccolo problema: l’ex moglie di Alessandro è incinta.

“Alla nostra età non passano più molti treni -ammetteranno entrambi- il nostro viaggio di nozze deve essere come un corso di lussuria. Partiamo per dieci giorni per le Mauritius, poi si vedrà. Solo perché non abbiamo più vent’anni non abbiamo diritto alle illusioni e alla felicità?” Il testo è di Eric Assous. La regia è di Imparato. Il passaggio da un round all’altro è allietato dalle canzoni di Gino Paoli, Pino Daniele, Mia Martini e Fiorella Mannoia. Il messaggio? C’è sempre tempo per rifarsi una vita e agguantare la felicità.

Categ Cultura, letto 460 volte
 

 
  Apri WhatsApp   Apri Tweeter