Attualità     Politica     Cultura    Reportage     Opinioni    Chi siamo    Contatti    Credits     

Direttore Antonio Esposito

La carovana di "Sannio Music Fest" tra Hortus e Teatro Romano - Ritmi jazz con Fresu, Joe Barbieri, Luca Aquino e Chiara Civello
 

mar 04-06-2024 17:06 n.465, a.e.

La carovana di "Sannio Music Fest" tra Hortus e Teatro Romano

Ritmi jazz con Fresu, Joe Barbieri, Luca Aquino e Chiara Civello


I colori del jazz nella storia e nel cuore della città. Per dare più fascino e ritmo all’estate. Questo il senso artistico-culturale della rassegna “Sannio Music Fest”, diretta da Michele Solipano,  che si svolgerà tra giugno e luglio, tra Teatro Romano, Hortus Conclusus e Piazza Roma. Una cavalcata musicale scandita in sette concerti,  con alcuni dei nomi più prestigiosi del panorama jazzistico italiano. Si comincerà con un’autentica chicca il 19 giugno, quando al Teatro Romano suoneranno Paolo Fresu e Rita Marcotulli.

“I due musicisti -spiega Solipano- non avevano ancora pensato ad un incontro in duo, hanno prodotto un concerto emozionante e raffinato. Il nostro obiettivo è quello di portare la musica dove c’è bellezza. Per questo, oltre al Teatro Romano, abbiamo scelto come location l’Hortus Conclusus di Mimmo Paladino, che si trova a due passi da Corso Garibaldi. Qui utilizzeremo l’arena eventi che dispone di 300 posti. Proponiamo artisti di qualità, fuori dai grandi circuiti commerciali”.

Questo luogo “magico”  sarà inondato dalla musica per quattro serate di seguito, dal 18 al 21 luglio, che saranno aperte con un omaggio a Bill Evans, uno dei più importanti pianisti e compositori del novecento, che vedrà protagonista  il trio composto da Francesco D’Errico, pianoforte, Giulio Martino, sax tenore, e Aldo Capasso, contrabbasso. Il giorno dopo si esibirà Antonio Fresa in “L’arte della Felicità”, uno spettacolo di musica, filosofia e cinema, tra Nelson Mandela, Leopardi, Nietzsche e Omero.

Col terzo appuntamento si registra il felice ritorno di Joe Barbieri, figlio di genitori beneventani, con “Vulìo”, una rilettura della grande canzone napoletana, concertata con Nico Battista e Oscar Montalbano. Per l’artista è arrivato il momento di omaggiare la sua “adorata Napoli”. I concerti nell’Hortus si chiuderanno con la tromba di Luca Aquino e Lunaria 2. Sarà accompagnato da Giovanni Francesca alla chitarra, Marco Bardoscia al contrabbasso e Gianluca Brugnano alla batteria.

La carovana musicale si fermerà il 13 luglio in Piazza Roma con Agro Jazz Orchestra, diretta dal maestro Matteo Franza, per un omaggio a Pino Daniele. La chiusura di Sannio Music Fest, giunto alla quarta edizione, sarà suggellata il 23 luglio al Teatro Romano con Chiara Civello, che celebrerà con la Medit Orchestra, il “Canzoni 10 Years Tour”. La cantante romana eseguirà brani dell’ultimo album, che le ha portato fortuna, confermando il suo spessore artistico.

Alla presentazione del programma hanno partecipato il sindaco di Benevento, Clemente Mastella, che ha annunciato che il comune dedicherà a David Sassoli l’Arena Eventi dell’Hortus, il consigliere comunale Marcello Palladino e Ferdinando Creta. “Questa rassegna -ha detto il critico d’arte- è una scommessa vinta. Il Teatro Romano, di cui oggi è direttore Giacomo Franzese, ha avuto un boom di visitatori, passando dai 18 mila del 2023 agli attuali 33 mila. Questa estate, oltre al jazz, avremo musica sinfonica, lirica e danza”.

Categ Cultura, letto 340 volte
 

 
  Apri WhatsApp   Apri Tweeter